LA NOSTRA FAMIGLIA

 

Gavina Braccu, Antoine e Sabrina Lisbona

 

L’ospitalità e il calore familiare di una piccola locanda sul mare

e i servizi e il comfort di un Grand Hotel, in tutte le stagioni dell’anno.

 

 

Gavina Braccu


Gavina Braccu, nasce a Tanaunella, paesino agro pastorale del comune di Budoni, che dalla fine degli anni ’60 si è trasformata in una delle principali località turistiche tra San Teodoro e Capo Comino. Cresciuta tra la Baronia e la Gallura, Gavina ha imparato a cucinare nelle cucine delle zie baroniesi, le quali le hanno trasmesso la cultura del pane Carasau, le ricette dei dolci con il frutto della Pompia e della nonna gallurese, la quale le insegnato a fare la Zuppa gallurese e Ruiolos e tanto altro. A 17 anni intraprende la carriera nel settore turistico alberghiero come cameriera di sala in alcuni dei nuovi villaggi turistici della zona, ma l’esperienza più significativa per la sua formazione l’ha avuta nei tanti anni in cui è stata all’Hotel Isabella di Budoni, dove divenuta il braccio destro della proprietaria, si occupava oltre alla sala, anche dell’addestramento del personale ai piani e dei fornitori all’economato. Si è appassionata alla cucina affiancandosi a grandi Chef in occasioni speciali. In seguito, data la sua esperienza acquisita nei vari settori, si è trovata ad assumere il ruolo di consulente nell’apertura di un albergo di Tanaunella. Nel ‘79 è ancora responsabile dell’Hotel Isabella fino alla mattina del suo matrimonio, dove ha organizzato il ricevimento di nozze. Trasferitasi a Milano, ha trovato impiego nella famosa gelateria “Rigoletto”, fino a che incinta di 7 mesi ha dovuto lasciare per diventare mamma. Dall’85 è Chef del Ristorante Cala Junco, nel quale negli anni è stata aggiunta la Pizzeria e poi recentemente alcune camere all’interno della struttura stessa.

Antonio Lisbona


Antonio Lisbona nasce a Milano nel quartiere di San Siro. La prima volta che ha che fare con la vendita di bevande è il 1965 e spinto dalla passione per i Beatles, non potendosi comprare il biglietto per il concerto, si propone al Vigorelli come ragazzo alla vendita di coca cola e così riesce a vederli in prima fila. Un anno dopo è a Lugano ad iniziare la sua carriera in una famosa discoteca come apprendista, nel periodo d’oro della fine degli anni ’60 lavora come barman in estate in Versilia e in inverno a Milano nei famosi locali della movida milanese, come il Maxim e il Moulin Rouge dove il direttore gli diede il nome d’arte di Antoine. Per tutti gli anni ’70 si divide tra la Valtellina e la Sardegna, dove lavora come Barman in tutta la Costa Gallurese, da Rena Majore a Porto Cervo allo Scorpio, alla Costa di Budoni e in Costa Dorata all’Hotel Don Diego dove diventa Capo Barman. A Bormio passa gli inverni dal ’72 all’85 alla discoteca King’s, fino a che non si trasferisce definitivamente in Sardegna con l’acquisto del Cala Junco.

Sabrina Lisbona


Sabrina Lisbona, erede e comprimaria nella gestione dell’impresa di famiglia, a soli 11 anni visita la sua prima Bit – Borsa internazionale del turismo e ne rimane affascinata. A 14 anni viene eletta presidente della sezione giovani della Proloco locale, associazione che si occupava della promozione turistica del territorio. Qualche anno dopo si è diplomata all’istituto Alberghiero Costa Smeralda di Arzachena come Operatore dei Servizi Turistici, approfondendo poi gli studi all’Università di Lettere e Beni Culturali di Sassari, temi quali Antropologia e Tradizioni Popolari della Sardegna e Tecniche della Comunicazione per il Turismo. Amante dei viaggi da sempre, ha unito l’utile e il dilettevole frequentando corsi di inglese per i Beni Culturali a Cambridge e inglese per il Turismo a Malta. Nei periodi in cui il Ristorante è chiuso, viaggia in giro per l’Italia e l’Europa avendo l’hobby dei concerti Rock.